Accoglienza e riabilitazione Lavoro Formazione Arte e cultura

La storia della Cooperativa

Le opere comprese all’interno del gruppo “Nazareno” rappresentano l’evoluzione di una intuizione originale avuta da don Ivo Silingardi e si sono sviluppate secondo un metodo che parte dalla realtà e dalle domande che ogni giorno essa ci pone. Ogni parte dell’opera nasce dalla domanda di qualcuno e lo sviluppo che ne è scaturito ha generato risposte efficaci per molti. 

La storia della Cooperativa


L'origine: il carisma di Don Ivo

L'origine: il carisma di Don Ivo

Evoluzione delle cooperative sociali

1981         Nasce il Centro Emmanuel come espressione del CFP Nazareno per la realizzazione di corsi speciali per persone disabili terminata la scuola dell’obbligo.  Diventa un Laboratorio Protetto

1988         Viene introdotto un metodo di lavoro più preciso che sancisce l’inizio di un percorso nuovo:  il Centro Emmanuel diventa  “Centro Socio-Riabilitativo Diurno”

1990         Da questo nuovo nucleo di operatori, dai familiari e dalle associazioni dei familiari nasce la COOPERATIVA SOCIALE NAZARENO

1991         Nasce il Centro Educazione al Lavoro. Coinvolge inizialmente 8 ospiti dimessi dal Centro Socio-Riabilitativo Diurno EMMANUEL


1993         Nasce la “Bottega del Cuoio”, il primo negozio per commercializzare i prodotti realizzati dagli ospiti. Nasce la COOPERATIVA SOCIALE NAZARENO WORK di Tipo “B” – per l’inserimento lavorativo delle persone svantaggiate

1994         Inizia l’attività teatrale pubblica con lo spettacolo “Don Chisciotte” che dal 1999 confluirà nell’evento del Festival delle Abilità Differenti

1996         Prima Mostra di Pittura degli ospiti: esordisce Cesare Paltrinieri. Il negozio la Bottega del Cuoio diventa “Arca di Noè” e si trasferisce in centro storico

1998         Il  Centro Emmanuel sposta la sua sede a Villa Chierici

1999         Nasce il FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLE ABILITÀ DIFFERENTI che continua  ancora oggi

2000         Inizia a Bologna La Cooperativa Nazareno Work. Inizia con la gestione del museo Santa Maria della Vita, inserendo a lavorare persone con Disturbo Mentale

2001         La cooperativa apre la prima Casa per le persone disabili: CASA SANTA TERESA DEL BAMBIN GESU’

2002         Nasce il GRUPPO MUSICALE “SCIÀ SCIÀ” all’interno del Laboratorio

2003         Nasce la COOPERATIVA SOCIALE ARTI E MESTIERI che darà vita al “Banco Artigiano delle Arti e Mestieri” a Bologna: lo scopo è  quello di commercializzare i prodotti realizzati all’interno degli atelier della cooperativa

2004         Nasce la Cooperativa MORPHÉ, Ente di Formazione Professionale, per le necessità formative delle cooperative esistenti.  Il Centro di educazione al Lavoro (laboratorio protetto) si sposta di sede di Via Germania: si chiamerà d’ora in poi   “Atelier MANOLIBERA”. La Cooperativa Nazareno Work inizia il POINT JOB – Servizio di Inserimento Lavorativo

2006         Dalla collaborazione con le Piccole Suore della Sacra Famiglia e col Dipartimenti di Salute Mentale di Bologna nasce la   residenza psichiatrica “CASA MANTOVANI”

2007         Il negozio “Arca di Noè” diventa “Banco Artigiano delle Arti e Mestieri” Iniziano le Mostre di “Arte Irregolare”. RITRARRE L’INVISIBILE è la prima di una serie che continua tuttora.  Si inizia una nuova Casa: CASA SANT’ERMANNO

2010         Apre la CASA DELLE FARFALLE Comunità educativa integrata per Minori a Fossoli di Carpi.  A Bologna si apre il GRUPPO APPARTAMENTO SUPPORTATO per le persone che escono da Casa Mantovani

2011         CASA SANT’ERMANNO, che raggruppa tre appartamenti, si trasferisce vicino a Villa Chierici.

2013         Inizia  CASA ERASMO POPPI a Sorbara (MO) grazie ad una donazione della Famiglia Poppi. La Cooperativa NAZARENO WORK inizia a Bologna la Gestione di PALAZZO FAVA. Sempre a  Bologna Nella casa attigua a Casa Mantovani inizia IL VILLINO – Casa per Ferie/B&B  gestito dalla   Cooperativa Nazareno Work

2016         Incorporazione delle Cooperative Sociali L’Arcobaleno (in Coop. Nazareno) e di I Care (in Coop Nazareno Work).   Inizia CASA SAN GIACOMO, comunità integrata per minori con problematiche psichiatriche. La Cooperativa MORPHÉ si trasforma in “CFP NAZARENO COOPERATIVA SOCIALE”. Comincia l’esperienza dell’ORTO BIODINAMICO a cura di Manolibera Make in collaborazione con Nazareno Work e L’Azienda Agricola “Terre Vive”.

2017         Apre il BISTRÒ53 gestito nel parco attiguo a Villa Chierici da parte della Cooperativa Nazareno Work. CFP NAZARENO COOPERATIVA SOCIALE rileva dall’Istituto Nazareno l’attività di FORMAZIONE PROFESSIONALE



Galleria

Vivere la cooperativa

Donazioni

Perché donare a Nazareno? Come fare una donazione:

Persone fisiche
Imprese
Cessione gratuita di beni da parte di imprese

5 x Mille

Quest'anno dona il tuo 5XMille alla Cooperativa Nazareno 

Servizio civile

Il Servizio Civile alla Coop. Nazareno

Bando in vigore
Archivio bandi

Opportunità lavorative

Lavora con noi



Tirocinio curriculare